Jesuit Social Network
rete delle attività sociali promosse dalla Compagnia di Gesù
facebookTwitterGoogle+
Le città dei non luoghi

Le città dei non luoghi

Le città dei non luoghi

Info

Le città dei non luoghi. Rifugiati nelle città del mondo

Più della metà dei rifugiati nel mondo vive in grandi aree urbane: persone in fuga da guerre e persecuzioni cercano nell’anonimato della città una seconda occasione, una nuova strada verso il futuro. Ma che tipo di protezione trovano i rifugiati in una metropoli? Ignorati e non accolti, spesso conoscono esclusione, marginalizzazione, profonda solitudine. Il percorso dei rifugiati è sempre più legato a quello delle città, in tutto il mondoIl corso, dal titolo ispirato al neologismo “nonluoghi” dell’antropologo Marc Augè, proporrà una riflessione su quali modelli di accoglienza e integrazione mettere in atto. Perché le aree metropolitane possano interpretare la presenza dei rifugiati come un’opportunità e non limitarsi a subirla come troppo spesso avviene.

9 maggio, ore 18.00
Sala Santa Marta

Piazza del Collegio Romano, 5 – Roma

Rifugiati nelle città del mondo

Che tipo di luoghi sono quelli in cui i rifugiati, in tutto il mondo, tendono sempre più a concentrarsi? Nei grandi insediamenti informali in cui vivono i poveri e gli emarginati è difficile riconoscere l’idea classica di città.

 Una lettura a partire dalle macroscopiche realtà di metropoli africane.
interventi di
Fabrizio Floris – Università di Torino
Habiba Ouattara – rifugiata dalla Costa D’Avorio
P. Giovanni La Manna sj – Presidente Centro Astalli

 modera 
Donatella Parisi – Responsabile Comunicazione Centro Astalli

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni