Jesuit Social Network
rete delle attività sociali promosse dalla Compagnia di Gesù
facebookTwitterGoogle+

La nostra visione

A fianco dei poveri

La «Buona notizia» del cristianesimo è l’annuncio della presenza liberatrice di Dio nella storia degli uomini. Mediante gesti concreti Gesù suscita nei suoi interlocutori la possibilità di un’esistenza autentica e rispettosa delle differenze. Gesù compie atti di ri-creazione dell’uomo, contrastando ogni forma di sopraffazione, di discriminazione e di esclusione sociale, egli riafferma la dignità e il valore intrinseco di ogni essere umano e attiva dinamiche di speranza e di cambiamento nelle persone che incontra.

La Compagnia di Gesù ha individuato nel binomio indissociabile del servizio della fede e della promozione della giustizia l’adeguata espressione del proprio carisma in mezzo agli uomini. L’opzione preferenziale per i poveri trova negli indirizzi postconciliari della Chiesa cattolica la sua base di riferimento e una conferma in tanti gesuiti e collaboratori che hanno pagato con la vita il loro amore preferenziale per i poveri e il loro servizio della giustizia.

Lavorare a favore e a fianco dei poveri significa fondamentalmente stabilire con loro, nel vivo delle relazioni quotidiane, dei legami di solidarietà, in maniera tale che anche il modo di essere, pensare e agire di chi si mette a loro servizio possa essere ri-orientato da questa prossimità. I poveri e gli emarginati divengono «soggetti» protagonisti del loro cambiamento e non «oggetti» di assistenza.

Un agire in favore dei soggetti poveri si concepisce allora in una prospettiva educativa: favorendo nella persona la riappropriazione della sua dignità e del suo valore, della sua autonomia e della sua responsabilità e promuovendo una rinnovata progettazione della sua esistenza. Tutto ciò può essere affermato e perseguito nella misura in cui coloro che affiancano il povero o l’emarginato non solo accettano di lasciarsi interpellare dalla sua condizione e decidono di entrare in relazione con lei, ma soprattutto si rendono disponibili al cambiamento a partire da questa relazione.

L’impegno per la liberazione e la promozione del povero comporta allora l’impegno per il cambiamento delle mentalità dominanti e dell’organizzazione sociale, così come trova la sua piena efficacia quando si realizza come bene comune, cioè quando ricerca soluzioni che siano strutturate, di lunga durata e a carattere universale, fino a tradursi anche in provvedimenti legislativi.

Il JSN, nei suoi organismi federati, si propone come «comunità di solidarietà». Questo significa essere in costante discernimento, cioè in un atteggiamento di ascolto della propria esperienza di incontro coi poveri, condotto alla luce della Parola di Dio, e aperto a tutti quei contributi, provenienti da più parti, che sapranno suscitare e attivare nuovi percorsi di accoglienza e di promozione delle persone più disagiate.

Leggi Il Preambolo dello Statuto del Jesuit Social Network, [Preambolo]

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni